Tutti a casa, intanto parliamo di Aspi

10 Mar 2020
Rate this item
(1 Vote)

Tutti a casa per il virus, ma soprattutto per aiutarci tra noi. Visto che non si può uscire parleremo di qualche avvenuta o tecniche varie nei prossimi articoli. Intanto vi posto questo che avevo preparato.

I branzini ormai hanno finito la frega, ma ancora non è così facile prenderli. Si può ripiegare su un altro tipo di pesce che, anche se l'inverno non è il periodo migliore per ricercarlo, è ancora fattibile catturare. Stiamo parlando dell'aspio, un ciprinide che può regalare diverse emozioni nello spinning grazie ai suoi attacchi irruenti. Si tratta di un pesce che normalmente non si pesca d'inverno perché in questa stagione ha una minor attività, ma se si riesce a trovarlo in questo periodo, se ne trovano esemplari di dimensioni maggiori.

Le esche da preferire, oltre a minnows di dimensioni ridotte, sono i lipless come il TN60 e simili, o il Big Backer soft vib, entrambi di casa Jackall, piuttosto che i Buzzer Beater di Evergreen, o ancora i Cutvib di Megabass. Insomma con i lipless ho visto prendere pesci davvero interessanti, ma anche gli shad sanno il fatto loro in qualche occasione.

Per quanto riguarda le canne da pesca bisogna capire da dove si pesca: se da riva impervia, se da barca, o se da postazioni comode e vicino a chiuse ad esempio. Io normalmente utilizzo la mia fedele compagna per branzini: una zenaq snipe 78 xx, forse un poco sovradimensionata essendo una 35g, ma con una schiena ottima per contrastare pesci importanti anche in situazioni di corrente forte, come vedremo nei futuri articoli.

Ammetto che il mio amico con il lipless ha preso un 80 cm ed un 65 cm, io a shad ne ho preso solo uno nell'ultima uscita che abbiamo fatto. La prossima volta mi rifarò pure io.

14-1

Ciao ragazzi, mi raccomando state tutti a casa se non vi è indispensabile uscire. Prima passa prima torniamo a pescare.

Top