Ghiozzosauri mannari

22 Jan 2020
Rate this item
(1 Vote)

Buona serata gente.

Oggi una considerazione sull'ultima pescata a light rock. Come vi ho già accennato non è facile pescare con queste temperature, sia perché i pesci sono più pigri, sia perché stare fermi per ore al freddo può non essere piacevole. Nell'ultima uscita io ed i miei amici abbiamo cercato da subito di trovare dei punti con una buona profondità. Forse perché sotto riva non si vedeva alcun movimento o forse perché, complici i chilometri e chilometri fatti, la speranza di vedere qualcosa non ci aveva ancora abbandonato.  Sono convinto che nelle uscite con gli amici le catture debbano rimanere solo un contorno, mentre il divertimento più grande è sempre l'avventura e le caz..volate che si combinano assieme. Tornando alle considerazioni la scelta sul pescare in distanza e profondità devo ammettere non ha dato troppi risultati. Qualche ghiozzetto si è fatto sentire, in particolare verso mezzogiorno tra gli scafi delle barche ed in mezzo a qualche cima. Qualche agguato senza successo, forse solo delle testate per dirci di smettere di rompere loro le scatole. Insomma non abbiamo trovato la tattica vincente, anche se abbiamo mangiato, festeggiato per qualche inaspettato avvenimento, molte risate e visitato un sacco di posti interessanti. Fino a quando è  tramontato il sole. Dopo qualche minuto di crepuscolo è accaduta una cosa fondamentale per lo stravolgimento della sorte della nostra pescata: Si sono accesi i lampioni lungo il porto in cui siamo arrivati. Forse i ghiozzi hanno scambiato quelle luci per una luna piena e si son visti i "testoni mannari" (come li chiama il mio amico Angelo che purtroppo non ci ha accompagnati questa volta).

Sono iniziati attacchi, rincorse, agguati e vere e proprie contese in neanche un metro d'acqua. Tutto sotto i nostri piedi. Ci è bastato trovare la giusta vibrazione e subito si sono palesate scene in cui questi pesci sbucavano dal nulla come Aldo, di Aldo, Giovanni e Giacomo in  Tre uomini ed una gamba, per divorare, dilaniare e non mollare più le nostre gommine. Tutto l'opposto di quello che avevamo ipotizzato durante il giorno.

Cambiare spesso gomme od insistere con quelle che ci danno più fiducia, per me una Good Meal Shad di casa Jackall, magari cambiando presentazione, mai arrendersi, mai mollare e quando meno te lo aspetti succede. Un Ghiozzilla uscirà dal nulla per cercare di coglierci alla sprovvista. Tutto sta nel capire se noi o lui siamo i veri predatori.

Questo è il mio bestione ed una barca più in là il mio amico è riuscito a prendere uno grande tanto quanto, se non addirittura di più. Una giornata fantastica, dove le catture sono state solo la ciliegina sulla torta.

IMG 7194

IMG 7188

IMG 7172

Alla prossima.

Top