Sugarelli time

25 Jui 2020
Évaluer cet élément
(0 Votes)

Arrivi sul moletto in cui volevi tornare da tempo, cerchi di insidiare qualche ghiozzo ed in caduta, poco distante dai primi scogli in cui si infrangono le onde, senti già il primo tirone. Attacco, inizio il recupero, e di risposta fa una piccola partenza ed eccolo. Finalmente mi capita di trovare i sugarelli da prendere con la mia jam over visto che sarebbe nata proprio per loro! Dopo il primo perdo il tempo per qualche foto, rilascio, e come prima cosa cambio esca.

Avevano appena mangiato su un ajibushi montato su una testina da 1g ma, avendo poco tempo prima che andassero nuovamente via e volendo prenderne altri, ho cercato di battere più acqua possibile optando per un gallop baby. Purtroppo, o per fortuna, mi era rimasto solo quello da 3g, che in assenza di vento ho potuto lanciare molto distante e già al primo recupero mi ha regalato una cattura. Dico purtroppo perché sono esche che mi piacciono un sacco, ma provando ad utilizzarle per ogni cosa ammetto di averne perse una discreta quantità. Per fortuna perché il modello da 3g è abbastanza leggero da permettermi di giocare un po' in caduta anche in situazioni di fondale abbastanza scarso, come le spiagge di casa mia. Infatti dopo aver trascorso un'ora col baby gallop e aver preso altri sugarelli, ho messo un jig più pesante in modo da coprire una distanza maggiore, ma non ho avuto riscontri positivi in termini di catture.

Bisognerebbe avere sempre tutto con sé per affrontare ogni imprevisto, ma ogni tanto bisogna arrangiarsi. Non è stato questo il caso però perché fortunatamente nella cassetta avevo tutto l'indispensabile per quel moletto che ormai conosco abbastanza bene!

48-4

48-148-248-348-548-648-7

Top