LIVEWELL (seconda parte)

25 Ago 2018
Vota questo articolo
(1 Vota)

Salve ragazzi, sono di nuovo qui per riprende il discorso livewell lasciato incompleto  nella prima parte.

Nella prima parte abbiamo visto come controllare un pochino la temperatura della nostra vasca, mantenendola il più possibile pulita.

Cerchiamo ora, di valutare alcuni rischi che  possiamo  incontrare  durante una gara in estate ma non solo.

Molto spesso in questo periodo il pesce viene catturato in profondità e una volta messo in vasca dopo qualche minuto possiamo notare che il pesce tende a rimanere su un fianco.

Questa posizione, se non modificata manualmente porterà alla morte del pesce.

In quella posizione di sicuro il pesce non respira in modo corretto e va in stress.

Stress, se preso in tempo  salverà il pesce altrimenti morte sicura.

Il motivo è il rigonfiamento della vescica natatoria che fa galleggiare il pesce su un fianco.

Ci sono diversi rimedi per superare a questo inconveniente.

Il meno invasivo è quello di acquistare delle pinzette  appesantite  chiamate flip clip, da applicare sulle pinne laterali e sulla coda in modo da mantenere il pesce in assetto notatorio.IMG 1191

Un altro modo è quello di realizzare artigianalmente un piccolo accessorio formato con ami e piombi da 30 g per i pesci piccoli e da 50/70 g per pesci di taglia.

IMG 1190

L'accessorio consiste nel collegare l'amo al piombo e posizionare l'amo appena dopo il frenulo della testa .

Questo consentirà al pesce di rimanere in assetto e respirare.

Un altro rimedio un po' più pericoloso per la salute del pesce se fatto in modo errato è il fizzing e consiste nel bucare la vescica natatoria con un grosso ago.IMG 1193

La foratura potrebbe essere fatta dalla bocca o sul fianco del pesce seguendo alcuni accorgimenti per non danneggiare il bass.

Per quanto mi riguarda, io buco il bass dal fianco perché ho raggiunto una certa esperienza  ma per i neofiti consiglio di piombare il pesce fino a quando non si diventa esperti.

La tecnica per forare il bass su un fianco è la seguente:

Bisogna tracciare una linea verticale tra ano e il punto dove si incontrano le pinne dorsali e una linea orizzontale con la  linea sensoriale del pesce, esattamente dividendo il pesce a metà.

Unknown-1Unknown

Calcolate circa 2 cm verso la testa e questo è il punto  di foratura.

A questo punto bisogna sollevare la squama e forare a 45* verso la testa, con una leggera pressione far uscire l'aria.

Per fare questa operazione si utilizzano aghi cannula per poter controllare la fuori uscita dell'aria.

Quest'ultima fase ossia la fuori uscita dell'aria sarebbe meglio se controllata nella vostra vasca, per avere la certezza di aver forato la vescica.

Spero di essere stato di aiuto

Grazie per la vostra attenzione

Un saluto a tutti

Top