Alla ricerca del Siluro

02 May 2020
Rate this item
(0 votes)

Questo pesce può essere trovato ormai nella maggior parte dei corsi d'acqua del Nord Italia e per molti è un pesce divertente da catturare.

Senza addentrarmi sulla questione piaga o meno che rappresenta questa specie nelle nostre acque, senza esprimermi sul fatto se sia giusto o meno "fresare" questo animale, scriverò solo qualcosa sull'approccio di pesca.

Premesso che non sono un appassionato di questo tipo di pesca, ammetto che provare alcune attrezzature con i siluri ed ingaggiare combattimenti in acqua dolce con pesci che possono raggiungere dimensioni davvero importanti è molto accattivante.

Si possono cercare questi pesci in grandi fiumi come anche in piccoli canali tra i campi. Si possono trovare sia su acqua quasi ferma, nella quale non pensereste di trovare un pesce, sia in mezzo ad un fiume in piena. Ecco, la piena dei fiumi è una cosa che li intrippa moltissimo. Avere un fiume che diventa marrone, con l'acqua alta e una corrente decisamente sostenuta attiva l'istinto predatorio di questi pesci. Vi capiterà di imbattervi in fiumi che portano erbe, tronchi, alberi e quant'altro, con un'acqua densa che si potrebbe tagliare a fette e assieme a tutto ciò scodate che rompono la superficie segnalando la loro presenza. In queste situazioni si fanno proprio vedere: fanno agguati a quello che viene portato giù dalla corrente.

Trovata la situazione ed il luogo adatti, bisogna trovare l'esca giusta e la montatura giusta, assieme ad una canna da pesca che vi possa permettere di affrontarli. Ricordiamoci che parliamo di pesci che possono tranquillamente superare i 2 metri quindi sono necessari una canna molto solida, che sia da casting o da spinning, ed un trecciato anch'esso generoso (spesso e volentieri sopra le 50-60 lb). Bisogna infatti riuscire a contrastare sia il fiume impetuoso che il siluro che punta verso la sua buca e lì vuole restare.

Per quanto riguarda le esche non servono artificiali enormi, anzi, spesso gomme contenute (anche da 3,5" o 4"), piccoli lipless o minnow possono essere l'arma vincente assieme anche a qualche cucchiaino. Una cosa importante è che facciano vibrazioni, parecchie vibrazioni. Potrete usare shad spiombati o addirittura metterci piombi importanti a seconda del posto in cui pescate. Un consiglio per la gomma: gomme che facciano vibrazioni anche con poco movimento come il deathadder grub twin tail, piccoli movimenti quasi sul posto (con molta corrente non è sbagliato un drop shot pesante). Se capitate nella buca o nelle loro vicinanze, accennando qualche movimento il pesce arriverà a papparsi l'esca.

Se invece volete andare a provare le vostre attrezzature più leggere occhio che molti pesci li perderete, ve lo dico per esperienza... ma dovevo sapere se la mia canna che uso per i branzini sarebbe riuscita a resistere a pesci di oltre 10 kg in piena corrente.. Ne ho persi parecchi, ma alla fine la missione è stata compiuta.

Eccovi un paio di siluretti dell'uscita.

34-1

31-1

Top